Print on Demand:
la soluzione per cambiare scenario

Categorie
Uncategorized

Print on Demand: la soluzione per cambiare scenario

L’incompatibilità tra sostenibilità ambientale e Fast Fashion ci porta a ripensare un settore che ad oggi è tra i più inquinanti del pianeta. Il Print on Demand, invece, dimostra di essere la soluzione che ci conduce verso una nuova modalità di commercio consapevole, in grado di rendere la produzione conveniente e limitare l’impatto ambientale.


Ogni scelta di consumo ha un impatto sulla salute del pianeta.
Il fenomeno del Fast fashion, ossia la produzione massiva di capi di abbigliamento, è uno dei più dibattuti nel settore moda proprio per le conseguenze che ha sull’ambiente.


Ogni anno infatti sono milioni i prodotti che rimangono invenduti, con oltre 92.000 tonnellate annue di rifiuti tessili che equivalgono al 10% di emissioni mondiali di gas a effetto serra. Con questi numeri il Fast Fashion si posiziona come uno dei settori più inquinanti al mondo, secondo solo a quello petrolifero. È ora dunque di ripensare l’intero modello di business, orientando le scelte delle aziende verso soluzioni più sostenibili.


Una delle soluzioni messe in atto per contrastare questo trend è sicuramente il Print On Demand, una nuova modalità di commercio consapevole che consiste nella realizzazione di un prodotto solo dopo l’acquisto da parte del consumatore. Questo modello si adatta perfettamente alle nuove tendenze del mercato per ridurre al minimo lo stoccaggio, rendere la produzione conveniente e limitare l’impatto ambientale.

@weareydeo